Sezioni
Tu sei qui: Home Il Territorio Solofra - Avellino

Solofra - Avellino

Come arrivare

In auto: raccordo autostradale Avellino- Salerno uscita Solofra;
In treno: Solofra ha una stazione ferroviaria propria, sulla linea Salerno-Avellino.
In autobus: il Comune è collegato ad Avellino dai pullman di linea dell’AIR (info 0825-204250) e a Salerno da quelli della SITA (info 089-405145).

Cosa visitare...nel verde

Solofra si estende in una conca dei Monti Picentini aperta, attraverso Montoro, sulla piana di Mercato San Severino, un vitale nodo della Pianura Campana che fa da collegamento tra il bacino dell’Irno e quello del Sarno.
La conca solofrana è circondata da montagne: a nord dal Monte S. Marco e dal Monte Pergola; ad est dal Monte Vellizzano; a sud dal Monte Garofano e dai monti Mai, gruppo di cui fa parte Pizzo San Michele.
Il territorio di Solfora è immerso in una natura rigogliosa. Nella zona più collinare è caratterizzato da castagneti, mentre tutto intorno c'è un tipico bosco Mediterraneo, fatto di cerro, quercia, ornello, faggio e betulla. Per quanto riguarda la fauna, in queste zone trovano un habitat favorevole varie specie animali, tra cui il cinghiale, il falco, la civetta e la volpe.
Nonostante Solofra sia un paese caratterizzato dall'industrializzazione selvaggia (Solofra è rinomata per la concia delle pelli e per la confezione delle stesse), allontanandosi dal centro urbano e dall'area industriale, è ancora possibile godere di siti naturalistici ancora integri: le aree attrezzate di località Scorza, località Madonna della Neve e località Castelluccia; il sentiero natura (sentiero della Scorza n.117 segnalato dal CAI) che porta fino alla vetta di Pizzo San Michele; il sentiero natura che collega Solofra a Serino; i numerosi punti panoramici dislocati sulle montagne; i suggestivi corsi d'acqua e le sorgenti che si trovano sulla collina Scorza, ricca di acque copiose.

Altro da vedere...arte e storia

La storia di Solofra risale al tempo dei Sannita, che l'hanno abitata. Il centro storico del paese costituisce ancora oggi una perla dell’Irpinia.
Il primo ed importante monumento che si può ammirare nella piazza storica, simbolo dell’età dell’oro, è la Collegiata di San Michele Arcangelo, la Chiesa Madre di Solofra dedicata al Santo Patrono. Edificata nel 1522, la chiesa conserva capolavori di grande prestigio artistico: portali finemente intagliati che narrano le vicende di San Michele; il soffitto ligneo/dorato che presenta un bellissomo apparato decorativo; l’altare in marmo che accoglie l’Incoronazione della Vergine di Giovan Bernardo Lama; un preziosissimo organo ed un pulpito in oro; una sacrestia interamente in legno con numerosi affreschi. Oltre alla Chiesa Madre, il paese offre anche altre monumentali opere d'arte.
La Chiesa di San Rocco, fatta costruire nel XV secolo dagli artigiani locali in onore del santo protettore dei conciatori contro il terribile bacillo delle pelli, il carbonchio, che un tempo provocava una pustola maligna. La chiesa conserva: un antico crocifisso ligneo di proporzioni reali; una decina di tele, fra le quali due di stile bizantino; una pinacoteca interna che racconta lo stile e l’operato di artisti locali e napoletani.
La Chiesa di San Domenico, risalente al XVII secolo, che custodisce due tele di grande importanza storico-artistica: "La Madonna del Rosario", di F. Guarino, e "La Visione di San Gregorio Taumaturgo", il primo ed importante esempio di collaborazione tra Angelo Solimena e il figlio Francesco.
Il Palazzo Ducale degli Orsini, un maestoso edificio risalente al ‘500 caratterizzato da un monumentale portale e da vasti saloni interni, abbelliti da affreschi dei secoli XVII e XVIII.
La Fontana dei Quattro Leoni, un'opera in travertino locale realizzata nel XVIII secolo.
Il Castello, ormai ridotto a dei ruderi, che fece parte di un importante complesso difensivo.

Manifestazioni

Festa di S. Antuono, il 17 gennaio. Sagra della salsiccia e delle lagane e ceci
Carnevale, domenica e martedì grasso.
Festa del Patrono San Michele Arcangelo
, l'8 maggio ed il 29 settembre. Festa religiosa e civile con gli spettacolari fuochi d’artificio.
CortInArte, la prima settimana di luglio. Festival di Artisti di strada.
Playground Zone, a luglio. Manifestazione di sport, cultura e spettacolo.
Festa dell’Assunta, ad agosto.
Festa di Sant’Andrea, a novembre.

Informazioni utili

Comune di Solofra

83029 Solofra (AV) - Piazza San Michele, 11
Telefono: 0825-582411

PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI – C.F. 95036600633

Via delle Stigmatine, 11
83051 Nusco (AV)
tel. 0827 64413
Comunità del Parco:
Via Duomo 84042 Acerno (SA)
  • e-mail: info@parcoregionalemontipicentini.it
  • pec: info@pec.parcoregionalemontipicentini.it
  • www.parcoregionalemontipicentini.it
  • IBAN del conto di tesoreria acceso presso la Banca D’Italia:

IT85G0100003245420300117945