Sezioni
Tu sei qui: Home Scopri il Parco Dal Varco di Cerasole alle Miniere di Ittiolo

Dal Varco di Cerasole alle Miniere di Ittiolo

Descrizione:

169A

Notizie generali:

Trattasi di bretella di collegamento fra il sentiero n. 169 (strada Giffoni Serino - Porta di Monte Diavolo) ed il bacino del Sabato. Interessante per la presenza dei principali accessi alle miniere di ittiolo, sostanza medicamentosa, curativa degli ascessi e delle affezioni cutanee, che veniva estratta dagli scisti bituminosi della zona, contenenti depositi ittici (da qui il nome). Il trattamento dei minerali estratti, prima di distillazione a secco poi chimico, veniva effettuato in appositi forni, presenti questi ultimi presso il sentiero suddetto. Le miniere, da tempo in disuso, sono parzialmente esplorabili con attrezzatura speleologica. Per laccesso, si può seguire il sentiero 169 dalla SP 25 Giffoni - Serino fino al Varco di Cerasole, poco prima del Casone di servizio delle miniere, per circa 45 minuti.

Lunghezza Percorso:

0 Km

Tempo di percorrenza:

h 0,20

Presenza acqua:

Fonte lungo la discesa

Percorso:

Il Varco di Cerasole o del Patanaro trovasi lungo il sentiero n. 169 che mena alla Porta di Monte Diavolo e a Varco dell'Arena. Esso mette in comunicazione la Valle del Sabato (a nord) con quella del Picentino. Dal Valico, svoltando a sinistra -appunto verso nord- si scende lungo il Vallone di Cerasole ove principia uno dei tanti affluenti del Sabato. Il vallone, che trovasi fra il Pizzautolo, a destra e la Serra della Pettinessa a sinistra, è agevolmente percorribile e reca una fonte, dopo circa 15 minuti di cammino. Poco più avanti, sulla destra, iniziano gli accessi alle miniere, scavati nel calcare bituminoso, grigio scuro o nerastro, che trovasi nelle viscere dei monti picentini, colore affatto differente da quello delle rocce sommitali o comunque esposte all'azione dell'aria e delle precipitazioni meteoriche, che si presentano invece bianche. Ci si può affacciare nella parte vestibolare degli antri, ma per l'esplorazione occorre l'attrezzatura speleologica. Il Vallone continua fino alla Valle del Sabato dove, con varie sterrate (non segnalate), sarebbe possibile collegarsi alla Statale del M. Terminio

Difficoltà:

Escursionistica

PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI – C.F. 95036600633

Via delle Stigmatine, 11
83051 Nusco (AV)
tel. 0827 64413
Comunità del Parco:
Via Duomo 84042 Acerno (SA)
  • e-mail: info@parcoregionalemontipicentini.it
  • pec: info@pec.parcoregionalemontipicentini.it
  • www.parcoregionalemontipicentini.it
  • IBAN del conto di tesoreria acceso presso la Banca D’Italia:

IT85G0100003245420300117945