Sezioni
Tu sei qui: Home Scopri il Parco Salita a Serrapiana da Villa di Fisciano

Salita a Serrapiana da Villa di Fisciano

Descrizione:

176

Notizie generali:

Sentiero di recente ripristino da parte della Comunità Montana Zona Irno che consente l'accesso diretto da Villa a S. Michele di Basso e il collegamento con Serrapiana. L'itinerario si snoda in ambiente vario, dai castagneti iniziali ai boschi radi sopra Collavricia, fino a raggiungere i notevoli punti panoramici sulla dorsale ovest del Pizzo S. Michele. Interessante è anche il santuario di S. Michele di Basso (attualmente in fase di restauro). Villa è raggiunta dalla linea 55 della CSTP, che consente la coincidenza con la linea 10 da Salerno. In auto, dal raccordo SA-AV si esce a Fisciano e si seguono le indicazioni per Villa.

Lunghezza Percorso:

6 Km

Tempo di percorrenza:

h 3,00 in salita. h 2,00 in discesa

Presenza acqua:

Nessuna

Percorso:

Dalla piazza principale di Villa, ove sorge la Chiesa di S.Andrea, si può seguire la SP 254 verso Settefichi per 600 metri, oppure seguire la parallela via Principe Umberto, cogliendo l'occasione per visitare il pittoresco borgo di Villa. In ogni caso, anche questa via confluisce nella strada provinciale, che va seguita per 200m fino ad una curva a destra. Qui, sulla sinistra, comincia una stradina sterrata che risale un valloncello. Questo va seguito fedelmente calpestando inizialmente mucchi di ricci di castagne. Più in alto, il valloncello attraversa due stradine di castagneti e diventa a sua volta una più agevole mulattiera che termina alla strada asfaltata proveniente da Settefichi e che porta al Santuario San Michele di Basso. Questo è a soli 300m di distanza prendendo la strada verso sinistra (vedere descrizione sentiero 126). Il nostro itinerario, invece, prosegue per una sterrata in salita esattamente di fronte alla mulattiera da cui siamo sbucati. Dopo quattro tornanti, la sterrata termina e diventa una traccia tra ginestre con ampi scorci panoramici prima di rientrare nel boschetto che precede il Varco della Collavricia (1h45 da Villa). Questo è una selletta tra la piccola cima quotata 798 sulla sinistra e la lunga dorsale ovest che scende da Pizzo S.Michele. La cima ci appare da qui ancora molto lontana col suo splendido profilo. Sul Varco della Collavricia, giunge una sterrata da nord (sentiero 176A per Le Cisterne). La seguiamo in direzione est per 200m e, alla prima curva a sinistra, la lasciamo per una traccia che risale verso destra. Questa traccia, prosegue sul fianco orografico destro di un impluvio, fino a raggiungere una stradina abbandonata a quota 900m. La seguiamo verso sinistra fino a riportarci sulla sterrata precedente che sale da Collavricia (ovviamente si può anche giungere qui senza lasciare la sterrata, ma impiegando più tempo). Seguendo ancora la sterrata, attraversiamo uno stazzo con delle mucche e dopo un tornante a destra ci troviamo su un ampio prato alla base di una costa che scende dalla cima di Ripa Parula. Una sterrata parte sulla destra, ma il nostro percorso risale fedelmente la costa mantenendosi poco a destra del filo spinato che segna il confine di provincia. A circa metà di questa salita, si scavalca il filo spinato per immettersi sulla traccia del sentiero 136, proveniente dal Santuario dell'Incoronata di Torchiati (Montoro Superiore). Continuando per il 136 (vedere descrizione), si arriva in breve a Ripa Parula e poi sulla panoramica dorsale di Serrapiana, fino a ritrovare dopo circa 45 minuti il sentiero 115 che costituisce la via normale di salita al Pizzo S. Michele da Calvanico.

Difficoltà:

Escursionistica

PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI – C.F. 95036600633

Via delle Stigmatine, 11
83051 Nusco (AV)
tel. 0827 64413
Comunità del Parco:
Via Duomo 84042 Acerno (SA)
  • e-mail: info@parcoregionalemontipicentini.it
  • pec: info@pec.parcoregionalemontipicentini.it
  • www.parcoregionalemontipicentini.it
  • IBAN del conto di tesoreria acceso presso la Banca D’Italia:

IT85G0100003245420300117945