Sezioni
Tu sei qui: Home Scopri il Parco Salita all'Accellica dai Piani di Giffoni

Salita all'Accellica dai Piani di Giffoni

Descrizione:

103A

Notizie generali:

Il sentiero rappresenta l'accesso più semplice e rapido in assoluto all'Accellica Sud. Da Giffoni Valle Piana, in corrispondenza di una pompa di benzina, svoltare a sinistra per la frazione Vassi. Subito dopo le ultime case, un ponticello consente di attraversare il Fiume Picentino. Da qui, la strada prosegue stretta e a tornanti risalendo per circa 12km, fino alla Caserma forestale dei Piani di Giffoni, recentemente ristrutturata. La strada continua da qui in poi come sterrata (segnali del S.I.). Ad un bivio, il S.I. procede verso destra e, dopo altri 700m circa, il S.I. lascia la stradina sterrata per una traccia a sinistra. Da questo punto,la stradina prende il numero 106B e comincia ad innalzarsi. Circa 50m dopo, il 106B procede verso sinistra, mentre il 103A verso destra. Giffoni Valle Piana è servita da Autobus SITA. Per giungere all'attacco del sentiero dal paese senza utilizzare l'auto, si può utilizzare il sentiero 106A, anziché la strada asfaltata, e un tratto del S.I.

Lunghezza Percorso:

2 Km

Tempo di percorrenza:

h 2,00 in salita, h 1,20 in discesa

Presenza acqua:

Nessuna

Percorso:

Dal bivio in cui si lascia il 106B, il sentiero parte inizialmente verso destra sottoforma ancora di una stradina che si esaurisce dopo soli 10 metri. Da qui, si risale il pendio soprastante tra cespugli e alberelli sbucando dopo pochi metri ad un grande albero dal tronco doppio. Si risale per tracce mantenendosi leggermente a sinistra del costone che comincia a rilevarsi (localmente detto Vena da Mola), infilando un corridoio boscoso. Dopo circa venti minuti, si riprende il filo del costone in corrispondenza di un punto panoramico. Da qui comincia una traccia più marcata che risale a tornanti il pendio soprastante. Più avanti, la traccia piega a destra, attraversando un valloncello, e risale nella faggeta. Poco prima di arrivare sul crestone principale dell'Accellica, dove si raccorda col 103, il sentiero passa per un riparo di fortuna battezzato "Rifugio S. Raione" dai locali. Raione, infatti, è uno dei nomi con cui è nota l'Accellica. Da qui alla vetta, mancano ancora 40 minuti (vedere la descrizione del sentiero 103).

Difficoltà:

Escursionistica

PARCO REGIONALE DEI MONTI PICENTINI – C.F. 95036600633

Via delle Stigmatine, 11
83051 Nusco (AV)
tel. 0827 64413
Comunità del Parco:
Via Duomo 84042 Acerno (SA)
  • e-mail: info@parcoregionalemontipicentini.it
  • pec: info@pec.parcoregionalemontipicentini.it
  • www.parcoregionalemontipicentini.it
  • IBAN del conto di tesoreria acceso presso la Banca D’Italia:

IT85G0100003245420300117945